venerdì 17 agosto 2018

Il coraggio delle proprie idee. Rita Borsellino.


15 luglio 2018. 

Se n'è andata, a 73 anni, ricordata da tanti che l'hanno amata e stimata, Rita Borsellino, sorella del giudice Antimafia. Lottava da tempo contro una brutta malattia. La camera ardente è stata allestita ieri mattina.
Rita Borsellino è stata una figura molto importante, una testimonianza tangibile della lotta contro la mafia, dimostrando un grandissimo impegno anche per la società.
In molti l'hanno ricordata per essersi contraddistinta nell'impegno attivo contro tutte le mafie e le ingiustizie.

Immagine presa dal web
Tutti, dalla società civile, alle organizzazioni sindacali in poi, l'hanno ricordata come un emblema, un vero esempio per tutti! 

Simbolo personificato della Palermo che non dimentica mai, e di quelli che sono stati i grandi protagonisti della lotta a questo cancro della società, Rita Borsellino viene commemorata con dolore, tristezza e grande cordoglio ma sempre  con ammirazione da parte di chi gli è stato vicino, dal giorno di 26 anni fa,  quando perse suo fratello.

La stessa camera ardente, rappresenta una delle sue conquiste; si tratta infatti di un bene confiscato alla mafia e a tal proposito non dobbiamo dimenticare che Rita Borsellino ha contribuito in maniera preponderante a alla legge 109/96 sull'uso sociale dei beni immobili confiscati alle mafie e che sosteneva attivamente il progetto “libera terra”.

Una donna davvero esemplare che ha combattuto tantissime battaglie per la legalità contro ogni forma di mafia dopo la strage in via D'Amelio.
immagine presa dal web
Da quel giorno, in cui  la sua vita e quella di tutti coloro che erano vicini al giudice BORSELLINO, è stata completamente stravolta, trasformata in un dolore lacerante, ha saputo mutare una rabbia incontenibile,  in una vita operosa che oggi, in tanti, ricordano con profonda ammirazione.

Un grande esempio di impegno sociale, una figura insostituibile.

Testimone dinamica della lotta alle criminalità organizzate, era diventata vice presidente di LIBERA, Associazione Antimafia che fondò con Don Luigi Ciotti e della quale era stata nominata presidente onorario nel 2005,  anno in cui si candida anche alla presidenza della Regione Sicilia; mentre nel 2012 si era candidata anche a sindaco di Palermo, perdendo purtroppo le elezioni.

Nonostante la malattia la stesse divorando, non perse mai il suo carisma e la voglia di continuare a gridare la ragione della sua battaglia, dimostrandosi presente a tutte le manifestazioni pubbliche, per chiedere non verità … ma la verità.

Con ammirazione e stima, mi unisco al cordoglio.

giovedì 16 agosto 2018

FORTE SCOSSA DI TERREMOTO: epicentro a Montecilfone magnitudo 5.2

La notizia è delle ore 20:19 nella quale si é registrata la forte scossa di terremoto il cui epicentro si trova a Montecilfone in provincia di Campobasso.

Il Sisma è stato avvertito maggiormente in Campania Abruzzo e Puglia, la paura tantissima soprattutto tra i molisani che sono scesi in strada.

Una scossa di terremoto aveva già colpito nella notte scorsa tra il 14 e il 15 di agosto di magnitudo 4.6. 

Immagine pescata nella rete
Come detto l'epicentro è a Montecilfone a circa 6 km la scossa secondo un'indiscrezione del Ingv è a 9 km di profondità, una scossa tale da essere percepita in quasi tutto il centro Italia. 

Al momento non si segnalano danni o vittime.